Storia della diaspora armena

C’è un numero impressionante di comunità armene in tutto il mondo, anche in Canada, Russia, Stati Uniti, Francia, Romania e Australia. Secondo alcune stime, da due milioni a nove milioni di armeni in più vivono fuori dall’Armenia che al suo interno. Non sorprende che la diaspora armena sia uno degli aspetti più noti della cultura del paese.

Che cos’è la diaspora armena?

Il termine “diaspora armena” si riferisce alla diffusione del popolo armeno in diversi paesi. Molte delle più grandi comunità di armeni al di fuori dell’Armenia hanno popolazioni che vanno ben oltre le centinaia di migliaia. Le comunità armene sono prevalenti in Russia, nelle regioni di Krasnodar e Stravpol e a Mosca. Si possono trovare queste comunità anche nelle città di tutta Europa e degli Stati Uniti, tra cui Los Angeles, Parigi e New York. Los Angeles ha persino un quartiere chiamato “Little Armenia”. Queste comunità armene sono di diverse forme e dimensioni, ma molte lavorano per mantenere le tradizioni e la cultura armene uniche.

Come è iniziata la diaspora armena?

Nella storia, i climi politici e sociali hanno accelerato la diffusione del popolo armeno nel mondo, rendendo il movimento più evidente. La diaspora armena più pronunciata ebbe luogo tra il 1914 e il 1923, quando la discordia all’interno dell’Impero Ottomano (l’odierna Turchia) causò morti di massa e migrazioni.

Tuttavia, la diaspora armena ebbe inizio in tempi antichi. L’Armenia è uno dei paesi più antichi conosciuti nel mondo, e ha espanso la sua influenza fino ai secoli precedenti la nascita di Cristo. Questa espansione alla fine ha portato all’istituzione del Regno armeno di Cilicia, nell’odierna Turchia, e ad altre comunità in aree come la Persia.

Il Medioevo ha segnato alcune delle prime forme organizzate della diaspora armena. Molti imperi hanno controllato l’Armenia nel corso della storia. L’Armenia stessa era in declino durante questo periodo, il che portò naturalmente alla formazione di comunità al di fuori del paese. Queste comunità armene potevano essere trovate in aree lontane come l’India, la Polonia e l’Italia. Tuttavia, non tutte le migrazioni sono avvenute a causa di sconvolgimenti politici. Molti armeni nel corso della storia hanno viaggiato al di fuori dell’Armenia perché interessati al commercio e alla vendita di merci. I mercanti armeni hanno giocato un ruolo vitale nelle economie di altri paesi come la Cina, la Persia e l’India.

Dove sono gli armeni oggi?

L’immigrazione degli armeni è continuata fino ai giorni nostri. Secondo EVN Report, un settimanale armeno, l’Armenia ha attualmente uno dei più alti tassi di popolazione di un paese che vive fuori dal paese. È al quarto posto, con quasi un quarto di tutta la sua popolazione nata nell’ultimo quarto di secolo che vive fuori dai confini dell’Armenia. Questi armeni vivono in paesi come la Russia, la Siria e gli Stati Uniti.

Questa diffusione degli armeni non ha indebolito la cultura armena; l’ha definita. Per esempio, l’Istituto di Studi Armeni della University of Southern California ha iniziato a ospitare un evento speciale chiamato “Innovare l’Armenia”. A questo evento, molti armeni sfollati si collegano con le loro radici e tra loro. Si godono cibo armeno, giochi e musica. I partecipanti discutono anche il futuro della loro eredità condivisa.

Molti armeni oggi si sentono ispirati a stabilire la loro cultura attraverso le loro professioni e interessi, come offrire competenze mediche o proteggere l’ambiente. Un particolare artista armeno, Eduard Manukyan, ha uno studio a Los Angeles. Anche se ha scelto un nome molto americano per la sua attività – Magic Brush Art Studio – è stato in grado di condividere il suo talento e la sua prospettiva unici. Questo perché, secondo Eduard, essere armeno ha sempre significato essere un collaboratore.

La diaspora ha valorizzato il patrimonio armeno nel corso dei secoli perché gli armeni tendono a tenere stretta la loro identità e gli uni agli altri. Spesso, i loro legami reciproci li hanno aiutati ad avere successo in settori come l’imprenditoria e a contribuire ai paesi in cui vivono.

I tuoi antenati armeni

Lo sapevi che molte celebrità famose hanno origini armene? La cantante pop Cher, la celebrità Kim Kardashian e il campione mondiale di scacchi Garry Kimovich Kasparov sono alcuni. Tutti e tre sono a quattro generazioni o meno dai loro antenati armeni. Altri nomi noti sono il pittore romantico Ivan Aivazovksy, l’attore Ross Bagdasarian e il maestro compositore Aram Khatchadourian.

Hai antenati armeni? Se sì, hai generazioni di una ricca eredità. Il paese dell’Armenia risale a migliaia di anni fa, rendendolo una delle più antiche civiltà conosciute. La tua eredità è la chiave di ciò che sappiamo sulla famiglia umana. Inizia a scoprire il viaggio della tua famiglia oggi stesso aggiungendo ciò che già conosci dei tuoi antenati all’Albero genealogico di FamilySearch. Potresti rimanere sorpreso dalle connessioni che troverai. Visita FamilySearch.org per sapere come fare.

Se vuoi saperne di più sulla cultura armena, controlla la pagina della cultura armena di TOTA. TOTA è un sito web “dedicato alla condivisione di conoscenze culturali ed esperienze coinvolgenti per creare un mondo più connesso e rispettoso”. Il sito ha decine di articoli sulla storia, il patrimonio e la cultura armena.