Sicurezza sul posto di lavoro

Scaleni cosa? Mentre gli scaleni (plurale), o muscoli scaleni, non sono così familiari come i pettorali, gli addominali e i bicipiti, o per quella materia i glutei, i quadricipiti e i tricipiti, sono un gruppo muscolare importante dal punto di vista della loro posizione in relazione a un importante fascio neurovascolare.

Gli scaleni sono composti dai muscoli scaleni anteriore, medio e posteriore che hanno origine dai processi trasversi delle vertebre cervicali e scendono con un leggero angolo per inserirsi sulla prima o sulla seconda costa. Come muscoli laterali del collo accoppiati, sono flessori e rotatori della testa e del collo e funzionano anche come muscoli accessori dell’ispirazione. Tra lo scaleno anteriore e lo scaleno medio passano il plesso brachiale dei nervi e l’arteria succlavia. Il plesso brachiale innerva l’estremità superiore e l’arteria succlavia fornisce sangue alle braccia con alcuni rami del vaso destro che riforniscono una parte della testa e del torace.

Con l’odierna prevalenza dell’uso del computer e del telefono cellulare, si assume spesso una postura della testa in avanti che, insieme alla mancanza di forza dei muscoli della schiena, può portare alla contrazione dei muscoli scaleni e pettorali. Questa condizione di tensione può portare alla compressione del fascio neurovascolare dove passa attraverso i muscoli scaleni anteriori e medi. Clinicamente, questo viene descritto come sindrome dello sbocco toracico con dolore esibito nella mano, nell’avambraccio, nella parte superiore del braccio o nella regione pettorale. I sintomi del dolore nella mano possono essere simili a quelli della sindrome del tunnel carpale con dolore, bruciore, intorpidimento e una sensazione di spilli e aghi o parestesia.

Sebbene lo stretching non sostituisca un programma ergonomico completo, come aggiunta, un programma di esercizi di micro-stretching può dare un po’ di sollievo all’affaticamento muscolare invitando un maggiore flusso di sangue nel tessuto. In particolare per i muscoli scaleni, le spalle devono rimanere in una posizione rilassata e neutrale mentre si inclina la testa di lato per avvicinare l’orecchio alla spalla con una tenuta di 10 secondi alla fine del movimento e poi ripetuta per l’altro lato. Un “allungamento verso il cielo” con le braccia distese sopra la testa seguite da un lento abbassamento delle braccia verso il lato del busto è utile per allungare i muscoli pettorali e aprire il petto.