Per clistere o non clistere

I clisteri di caffè hanno fatto notizia di recente dopo che una coppia della Florida ha attirato l’attenzione nazionale usando presumibilmente clisteri di caffè fino a quattro volte al giorno per pulire il colon. Ma il dibattito sull’utilità dei clisteri è in corso dall’inizio del 1900. Il concetto di pulizia del colon per una migliore salute digestiva o la riduzione delle tossine del corpo potrebbe sembrare attraente, ma ci sono poche prove mediche che suggeriscono che i clisteri in realtà aiutano il tratto digestivo o alleviare la costipazione.

Enemas per la salute digestiva?

“Il tuo corpo è progettato per elaborare i rifiuti in modo efficace”, dice il gastroenterologo David Greenwald, MD, professore di medicina clinica presso l’Albert Einstein College of Medicine nel Bronx, N.Y. Questo non significa che sia un sistema perfetto o che i risultati ti piaceranno sempre. Tutti hanno attacchi occasionali di stitichezza e diarrea. Ma secondo il dottor Greenwald, non è necessario investire in clisteri. Trattamenti come i clisteri potrebbero essere una vendita facile perché la società tende a vedere la defecazione come “sporca”, quindi dare al corpo una mano nel processo di pulizia potrebbe sembrare una buona cosa. Non è così, dice.

Chi promuove l’uso di clisteri potrebbe capitalizzare su questi pensieri sottolineando che i clisteri sono purificanti o, in alcuni casi, contengono ingredienti naturali o a base di erbe come la camomilla o la caffeina, dice Greenwald, ma sottolinea che non c’è supporto medico per l’uso di erbe o altri materiali in un clistere.

Gli enemi sono anche propagandati per scopi di perdita di peso, ma Greenwald contesta la loro utilità anche per questo scopo. “Non stiamo portando in giro chili di rifiuti non processati”, dice. Ci sono anche alcune ragioni pratiche per rinunciare a un clistere:

  • Costo. “Sono costosi”, sottolinea Greenwald, aggiungendo che la gente può aspettarsi di pagare 100 dollari o più per un clistere da boutique. Se avete intenzione di sborsare così tanto, pagate per qualcosa che sarete sicuri di trovare rilassante, come un massaggio.
  • Effetti collaterali. Nausea, vomito e diarrea sono tutti possibili effetti collaterali di un clistere, avvertono i ricercatori che hanno coperto i rischi della pulizia del colon in un articolo clinico per The Journal of Family Practice.
  • Rischi. I rischi del clistere includono la perforazione del retto, che richiede un intervento chirurgico per riparare e possibili danni agli organi interni. Inoltre, il “lavaggio” del retto e dell’intestino può interferire con il normale assorbimento di nutrienti e fluidi da parte del corpo, portando a squilibri chimici.
  • Dipendenza. Le persone possono sviluppare l’abitudine di usare clisteri per creare movimenti intestinali, ma si può (e si dovrebbe) rompere questa abitudine. Parla con il tuo medico di come farlo e di quale dovrebbe essere un’aspettativa realistica per i tuoi movimenti intestinali.

Passa la moda del clistere

Se ti stai chiedendo se hai in qualche modo perso i benefici digestivi scegliendo di bere il tuo caffè mattutino in una tazza invece di inserirlo in un clistere, non preoccuparti. I ricercatori thailandesi hanno testato gli effetti delle bevande calde al caffè e dei clisteri caldi al caffè con 11 uomini e hanno scoperto che non c’era alcuna differenza nelle misure del beneficio antiossidante tra i due gruppi. Quindi, se volete i benefici per la salute del caffè, continuate a bere la vostra tazza di caffè del mattino.

Inoltre, non c’è motivo di pensare che otterrete uno sballo di caffeina da un clistere, almeno non uno sballo maggiore di quello che otterreste bevendolo, dice Greenwald.

Alternative al clistere

L’uso medico di clisteri per trattare la stitichezza è consigliato solo per casi gravi e idealmente con la consultazione del vostro medico. Le alternative ai clisteri abbondano. Se hai problemi di stitichezza o altri problemi digestivi, dovresti considerare di cambiare la tua dieta per includere più fibre, bere più acqua per smuovere le cose, ed essere fisicamente attivo.

Se i movimenti intestinali diventano dolorosi o interferiscono con la qualità della tua vita – o perché sono troppo frequenti o non abbastanza frequenti – parla con il tuo medico.