La tua rottura è stata un errore? 4 segni che potresti pentirtene

La scorsa primavera, una delle mie migliori amiche si è rimessa in contatto con una vecchia fiamma che aveva rotto bruscamente un anno prima. Quando i due si sono riuniti, lui ha finalmente spiegato le ragioni della separazione: aveva appena perso il lavoro, doveva cambiare casa, e nel frattempo i suoi genitori stavano attraversando un brutto divorzio. A volte, in seguito a grandi difficoltà, allontaniamo le persone invece di avvicinarle. Idealmente, se siete in una relazione a lungo termine, sareste in grado di appoggiarvi al vostro partner durante un periodo difficile. Eppure, potresti aver sentito come se dovessi superare qualcosa da solo – e questo è totalmente comprensibile.

“Le tragedie possono funzionare in due modi: possono risvegliarci ad amare qualcuno pienamente e subito, o possono farci chiudere e tirarci indietro”, dice Trescott. “Soprattutto se la tragedia è stata centrata in una perdita inaspettata, è probabile che tu abbia rotto con il tuo ex per paura di crescere fino ad amarlo troppo e per sentirti come se questa rottura, alle tue condizioni, fosse l’unica perdita che potevi controllare.”

Ora che si spera tu abbia superato la tua tragedia e iniziato il processo di guarigione, potresti aver capito che il tuo legame con il tuo precedente partner vale la pena di essere recuperato. Se questo è il caso, Trescott, consiglia di essere onesto con il tuo ex sulla tua confusione e la paura durante il tuo periodo di tragedia – un partner solidale e comprensivo sarà probabilmente in grado di empatizzare con le difficoltà che hai affrontato che possono aver portato a una rottura prematura.

Può essere piuttosto impegnativo valutare se una rottura è stata un errore o meno – soprattutto perché è tipico avere qualche rimpianto dopo la fine di una relazione, anche se non era una relazione sana o totalmente felice.

“L’errore più comune dopo la rottura è quello di confondere le emozioni con i segni che si dovrebbe tornare insieme”, dice Trescott. “Mancare al tuo ex e aggiornare il loro feed Instagram ogni poche ore – o minuti – non è un segno che hai perso l’amore della tua vita. È un segno che stai vivendo le tensioni molto reali e naturali del crepacuore – emozioni come la nostalgia e la fissazione che distorcono la nostra prospettiva e trattengono la nostra attenzione con uno sguardo all’indietro.”

Se qualcuno di questi segni suona familiare, tuttavia, Trescott consiglia di raggiungere il nostro ex e chiedere di incontrarsi di persona o almeno parlare al telefono delle tue rivelazioni.

“Se vieni da un luogo di chiarezza, di auto-responsabilità, e ti senti guarito e capace di tornare alla relazione in un modo nuovo e migliore, allora la mossa migliore da fare è parlare dal tuo cuore”, dice. “Siate genuini, rivelatori e compassionevoli, oltre che pazienti verso il punto in cui il vostro ex potrebbe trovarsi. E alla fine della giornata, non affrettatevi, perché se sentite davvero che rompere è stato un errore, costringere il vostro ex a vederlo sulla vostra linea temporale sarebbe solo l’errore numero due”.

Come esseri umani, tutti facciamo errori – e questo è certamente vero per quanto riguarda le relazioni. Ci sono molte ragioni per cui potremmo rompere con qualcuno. A volte, ci rendiamo conto in retrospettiva che la nostra relazione valeva la pena di lottare nonostante queste ragioni. Prendetevi del tempo e dello spazio per riflettere onestamente sulla vostra relazione (forse anche con un terapeuta), e valutate ciò che ha portato alla vostra decisione di farla finita. Alla fine della giornata, è importante fidarsi del proprio istinto: se sembra che la tua storia d’amore sia incompiuta o sia stata conclusa troppo frettolosamente a causa di fattori insignificanti, allora potrebbe valere la pena lavorare per riscrivere il finale.

Questo post è stato originariamente pubblicato il 18 ottobre 2018. È stato aggiornato il 26 agosto 2019 dallo staff di Elite Daily.