La Scandinavia a gennaio: Meteo, cosa mettere in valigia e cosa vedere

Se la Scandinavia è sempre stata nella tua lista di posti da visitare, gennaio potrebbe essere il momento perfetto per andarci. La follia delle vacanze si è placata, la neve in alcuni luoghi è degna di una cartolina, e poiché c’è meno folla, i prezzi dei biglietti aerei, degli hotel e delle attività scendono.

I prezzi dei viaggi per quasi tutte le destinazioni raggiungono il minimo dell’intero anno dopo le vacanze. In Scandinavia, il tempo invernale che affligge altri luoghi aggiunge solo il suo fascino. La Norvegia è una mecca per gli appassionati di sport invernali e offre qualcosa per tutti i gusti, anche se si tratta solo di slittare. Ti divertirai a sporgere la testa fuori dalla finestra dell’hotel di notte e ad ammirare anche l’aurora boreale.

Meteo Scandinavia a gennaio

Gennaio è il mese più freddo per quasi tutti i luoghi dell’emisfero nord; tuttavia, i paesi scandinavi portano il freddo ad un livello completamente nuovo. Si può contare sul fatto che il clima è sempre freddo, ma varia molto da regione a regione. Nelle parti settentrionali della Norvegia e della Svezia, è normale sperimentare dai 22 ai 34 gradi Fahrenheit (da -5 gradi a 1 grado Celsius). È qui che si trova molta neve. Le notti nell’estremo nord della Svezia possono facilmente scendere fino a 14 gradi Fahrenheit (-10 gradi Celsius). Le temperature medie delle città più popolari della Scandinavia sono:

  • Copenaghen: Massime di 37 gradi Fahrenheit (3 gradi Celsius); minime di 30 gradi Fahrenheit (-1 grado Celsius)
  • Stoccolma: Massime di 33 gradi Fahrenheit (1 grado Celsius); minime di 27 gradi Fahrenheit (–3 gradi Celsius)
  • Oslo: Massime di 32 gradi Fahrenheit (0 gradi Celsius); minime di 23 gradi Fahrenheit (-5 gradi Celsius)
  • Bergen: Massime di 39 gradi Fahrenheit (4 gradi Celsius); minime di 32 gradi Fahrenheit (0 gradi Celsius)
  • Trondheim: Massime di 33 gradi Fahrenheit (0 gradi Celsius); minime di 26 gradi Fahrenheit (-3 gradi Celsius)

Non ci sarà molta neve in Danimarca, poiché il clima è troppo mite e umido, e il mare circonda il paese, scoraggiando la formazione di neve. Durante questo mese invernale, la Scandinavia riceve solo sei o sette ore di luce, e se ci si spinge abbastanza a nord, compresa la Svezia settentrionale, questo numero può diminuire rapidamente. In alcune zone del Circolo Polare Artico, non c’è sole per un certo periodo di tempo. Questo fenomeno è chiamato notte polare (l’opposto del sole di mezzanotte).

Cosa mettere in valigia

Se sei diretto al Circolo Polare Artico, porta degli stivali robusti per camminare sulla neve e sul ghiaccio, strati impermeabili e molto piumino per tenerti caldo e asciutto, un cappello, guanti e una sciarpa. Anche la biancheria lunga è essenziale. Se visiterai le città, porta un cappotto caldo. Per le attività sportive invernali, porta la tua attrezzatura da sci isolata. È meglio avere una valigia pesante che stare al freddo per una settimana. Non importa quale sia la tua destinazione, gli strati e gli accessori invernali sono il minimo indispensabile.

Eventi e feste di gennaio

La stagione delle vacanze in Scandinavia non finisce ufficialmente fino a gennaio, lasciando un sacco di eventi, festival e altre attrazioni per i viaggiatori post-natalizi.

  • Capodanno: Aspettatevi che molti ristoranti, negozi e attrazioni turistiche siano chiusi il 1° gennaio. Fate come gli svedesi e passate la festa a casa (cioè nel vostro hotel) mangiando pizza kebab e guardando l’annuale trasmissione televisiva all’ora di pranzo di “Ivanhoe” di Sir Walter Scott: Comunemente chiamata il Giorno dei Re Magi, l’Epifania celebra la visita dei tre saggi a Gesù Bambino. Ha luogo il 6 gennaio in Finlandia, Svezia e Islanda.
  • Hilarymas (giorno di San Knut): Le feste di Natale non si concludono ufficialmente fino a questo giorno, il 13 gennaio. L’occasione è tipicamente segnata con cibo e danze.
  • Festa di metà inverno di Thorrablot: Mentre l’Islanda è tecnicamente considerata un paese nordico, ha ancora molti legami stretti con i suoi vicini scandinavi. Thorrablot era tradizionalmente una festa sacrificale di metà inverno agli dei pagani, ma ora la gente del posto usa questo giorno (celebrato il venerdì dopo il 19 gennaio) per godere di prelibatezze culinarie islandesi, come la carne di squalo marcio, hákarl, o la testa di pecora bollita, svið.

Consigli di viaggio di gennaio

  • La Scandinavia è generalmente molto sicura e pone pochi rischi, relativi alla salute o altro, ai viaggiatori. Tuttavia, fate attenzione durante l’inverno, perché le strade possono essere scivolose e gli incidenti stradali causati dall’attraversamento delle strade da parte degli alci sono comuni.
  • L’aurora boreale (aurora boreale) si vede meglio al Circolo Polare Artico nelle notti invernali molto chiare e scure. A volte si possono vedere nel sud della Scandinavia, ma è molto importante cercarle in una notte buia e limpida, lontano dalle luci della città.
  • Alcune grandi attrazioni hanno orari ridotti durante gennaio e altri mesi invernali, quindi è sempre saggio ricontrollare prima della visita.
  • Se avete intenzione di noleggiare un’auto, confermate che il costo include i pneumatici invernali. Questi sono obbligatori in molti paesi da dicembre a marzo e non sono sempre inclusi nel costo del noleggio.