Helping Your Teen Adjust to Divorce

Gary Gilles è un Counselor Clinico Professionale con licenza che esercita da oltre 20 anni. È anche membro aggiunto della facoltà all’Università…Leggi tutto

Il divorzio non è mai facile per un bambino, indipendentemente dalla sua età, ma gli anni dell’adolescenza pongono sfide speciali. L’adolescenza è già un periodo di agitazione. L’adolescente medio sta cercando di affrontare i cambiamenti del corpo, gli ormoni, le pressioni dei coetanei, il sesso opposto, l’acne e il lavoro scolastico. Aggiungi la rottura della famiglia a questo mix e il loro mondo può sentirsi come se si stesse sgretolando. Le loro lotte sono spesso aggravate da una riluttanza a parlare dei loro sentimenti. Se si aprono, possono pretendere risposte a domande difficili sul divorzio che voi non siete pronti a divulgare. In mezzo a questo turbine di confusione potrebbe essere allettante trattare il vostro adolescente come un adulto, capace di risolvere i suoi problemi. Ma in realtà il vostro adolescente ha disperatamente bisogno di voi in questo periodo di transizione.

Tifone dell’adolescenza

Il vostro adolescente vi cerca per la stabilità e la guida in mezzo alle tempeste turbolente dell’adolescenza. La fine di un matrimonio trasforma una normale tempesta adolescenziale in un tifone e mette in dubbio che ci sia qualcuno che lo aiuti a navigare in queste acque infide. Ma un passaggio sicuro per il vostro adolescente dipende molto dal modo in cui gestite il divorzio e dal tipo di incoraggiamento che offrite al vostro adolescente.

Un sano adattamento adolescenziale al divorzio richiede che voi e il vostro adolescente lavoriate insieme. Il vostro compito è quello di mettervi nei loro panni; vedere il vostro divorzio dalla loro prospettiva. Il loro compito è quello di essere onesti con se stessi e con voi sulla loro lotta con il divorzio.

Aprirsi

Il vostro adolescente probabilmente capisce perché avete divorziato e in superficie può sembrare che lo prenda bene. Ma non credete a questa mascherata. Il vostro adolescente ha quasi sicuramente una grande quantità di emozioni che si agitano dentro di lei riguardo al divorzio e ai molti cambiamenti che questo comporta per la sua vita. Queste emozioni potrebbero includere tristezza, rabbia, solitudine o depressione. Alcuni ragazzi agiscono queste emozioni attraverso un comportamento di ricerca di attenzione, mentre altri rivolgono l’emozione verso l’interno e si ritirano da quasi tutti quelli che li circondano. Nessuno dei due porta ad un sano adattamento.

L’opzione migliore è quella di aiutare il vostro adolescente a parlare dei propri sentimenti. Mettere i sentimenti in parole sblocca l’emozione dolorosa e spesso confusa che è spesso immagazzinata dentro di loro. Li aiuta a dare un senso a cose che sembrano senza senso. Aggiunge chiarezza e prospettiva. Vi illumina anche sulle loro lotte e vi permette di mostrare sostegno, empatia e cura.

Gli adolescenti variano molto nella loro capacità e volontà di aprirsi con i genitori. Alcuni parleranno se sentono che siete veramente interessati. Altri possono rifiutarsi di parlare apertamente con voi perché sono arrabbiati e vogliono punirvi.

E alcuni adolescenti hanno bisogno di risposte prima di parlare. Hanno bisogno di sapere la verità su ciò che ha “veramente” causato la fine del matrimonio, sul perché non è stato possibile risolverlo, ecc. Le domande difficili richiedono risposte oneste se vuoi che il tuo adolescente si fidi di te. La maggior parte è abbastanza grande per capire argomenti come “affari” o altri argomenti sgradevoli che voi preferireste evitare. Siate onesti, usate termini appropriati all’età, ma lasciate fuori i dettagli che potrebbero causare loro maggiore confusione o dolore o riflettere negativamente sul vostro ex coniuge.

Se non vogliono parlare con voi o non siete sicuri di come rispondere, prendete in considerazione l’assistente sociale della scuola, un terapeuta specializzato nel lavoro con gli adolescenti, o un gruppo di sostegno per adolescenti di famiglie divorziate.

In qualunque misura il vostro adolescente sia disposto a parlare con voi dei suoi sentimenti riguardo al divorzio, esprimete apprezzamento per la sua onestà. Resistete a difendere le vostre decisioni o azioni. Siate disposti a chiedere perdono, ad ascoltare attentamente e ad immedesimarvi nella loro lotta anche se voi la vedete diversamente.

Gli adolescenti non sono adulti

Gli adolescenti provenienti da famiglie divorziate spesso sembrano crescere più velocemente degli altri bambini. Sembrano adolescenti ma il loro comportamento sembra più adulto. È facile per i genitori single sopraffatti, soli o affamati di tempo, aspettarsi che il loro adolescente sia un adulto; per riempire il vuoto del genitore mancante. Ma questo mette un peso ingiusto sulla schiena dell’adolescente che non dovrebbe sopportare.

Per esempio, non ci si dovrebbe aspettare che gli adolescenti siano l’uomo di casa in assenza del padre. Le ragazze non dovrebbero essere costrette a passare il loro tempo libero a cucinare, pulire e prendersi cura dei fratelli minori. Mentre va bene aspettarsi che i vostri figli vi aiutino nelle faccende domestiche e nelle responsabilità, non va bene aspettarsi che assumano ruoli da adulti, come quello di provvedere alla casa, riparatore, confidente, governante, segretario, ecc. Dopo un divorzio, gli adolescenti hanno bisogno di routine coerenti, di limiti fermi e di una relazione di sostegno da parte di entrambi i genitori. Lavorate sodo per mantenere tradizioni come cenare insieme, mantenete dei parametri come un coprifuoco stabilito, e sosteneteli assistendo agli eventi scolastici a cui partecipano.

In un’epoca in cui molti adolescenti crescono da soli, lottate per rimanere emotivamente connessi a vostro figlio. Hanno bisogno della vostra guida, della vostra disciplina e del vostro amore, nonostante la loro insistenza nel ritenersi autosufficienti.

Lavorare come co-genitore

Forse il compito più difficile nell’aiutare l’adolescente ad adattarsi al divorzio è lavorare amabilmente con il vostro ex coniuge come co-genitore. Questo significa che voi e il vostro coniuge continuate a lavorare insieme per il bene del vostro adolescente nonostante le vostre differenze. Per fare questo è necessario un atteggiamento maturo da parte vostra e del vostro ex coniuge. Non è facile, ma è fondamentale per l’adattamento di vostro figlio.

La ricerca è innegabilmente chiara su questo argomento. I bambini delle famiglie divorziate che hanno il sostegno uguale di entrambi i genitori si adattano molto meglio di quelli coinvolti in una costante faida tra i genitori. Per creare quel tipo di ambiente di sostegno per vostro figlio, prendete a cuore questi principi:

  • Rifiutate di parlare male del vostro ex coniuge davanti al vostro adolescente. Mettere l’adolescente contro l’altro genitore fa solo male al bambino a lungo termine. Hanno bisogno di amare ed essere amati da entrambi i genitori.
  • Non discutete con il vostro adolescente di questioni che devono essere risolte tra voi e il vostro ex coniuge. Esempi: questioni finanziarie, difficoltà di visita, comunicazioni errate, ecc.
  • Non usate mai il vostro adolescente per passare messaggi, spiare, segnalare o controllare l’ex coniuge. Parla sempre per te stesso direttamente al tuo ex coniuge.

Alcune situazioni possono richiedere una terza parte per risolvere le controversie, disinnescare i conflitti e insegnare le capacità di cooperazione. Ma se questo è ciò che è necessario, allora fatelo per il bene del vostro adolescente. Siete entrambi genitori di vostro figlio per tutta la vita.

L’adolescenza porta confusione sia ai genitori che ai figli. Il divorzio e tutto ciò che comporta può trasformare la confusione in caos. Ma la migliore risorsa che avete in mezzo a questo caos è il vostro adolescente. Se lavorate duramente per vedere il divorzio attraverso i loro occhi, vi daranno la maggior parte se non tutte le risposte di cui avete bisogno per superare la tempesta non solo dell’adolescenza ma anche del divorzio.

Continua a leggere dall’autore Gary Gilles, LCPC
Leggi in ordine di pubblicazione