Casi di lavoro meccanico difettoso

Gli individui possono portare la loro automobile ad un meccanico per le riparazioni. Le riparazioni sono necessarie per molte ragioni. Gli individui possono fare causa al meccanico per lavoro meccanico difettoso. Il lavoro difettoso del meccanico, chiamato anche lavoro di riparazione difettoso, si verifica quando un meccanico effettua negligentemente le riparazioni che provocano danni al veicolo o lesioni alle persone.

Per riparare un veicolo, i meccanici possono fissare, regolare, sostituire o rimuovere una o più parti. Un meccanico deve eseguire le riparazioni usando uno standard ragionevole di cura. Questo significa che il meccanico non può agire con negligenza. Per effettuare le riparazioni sotto uno standard ragionevole di cura, un meccanico deve usare le conoscenze standard, le abilità, la professionalità e il “know-how” che ci si aspetta da un meccanico.

Per agire con abilità e professionalità nel fare le riparazioni, un meccanico deve (tra le altre cose):

  • Assicurarsi che un veicolo portato per l’ispezione sia riparato in modo che sia sicuro per la guida;
  • Sostituire, rimuovere, regolare o aggiornare le parti, con l’abilità che ci si aspetta da un meccanico che effettua tali riparazioni;
  • Fare solo le riparazioni che sono necessarie; e
  • Fare solo quelle riparazioni che un cliente ha autorizzato.

Quello che è “ragionevole” in “standard ragionevole di cura” dipende dalle circostanze. Se una persona porta un veicolo da un meccanico per riparazioni coperte da garanzia, il meccanico deve usare l’abilità e la cura richieste per fare le riparazioni in garanzia. Se una persona porta un veicolo elettrico o ibrido da un meccanico per le riparazioni, il meccanico deve usare la conoscenza e l’abilità che ci si aspetta da un meccanico che ripara tali veicoli.

Il lavoro negligente include riparazioni che sono state eseguite in modo inadeguato o non sono state eseguite. Esempi di lavoro negligente includono:

  • Installazione di parti sbagliate;
  • Non aver eseguito la procedura corretta per una specifica riparazione;
  • Non aver riparato completamente le parti danneggiate;
  • Non aver identificato le riparazioni ovviamente necessarie che un meccanico che agisce con uno standard ragionevole di cura avrebbe notato; o
  • Danneggiando una o più parti del veicolo mentre le riparazioni vengono eseguite

Un individuo che fa causa a un meccanico per lavoro difettoso deve dimostrare che il meccanico non ha agito con un ragionevole standard di cura, e che come risultato, si sono verificati danni alla proprietà o lesioni. Ci deve essere un rapporto di causalità tra l’incapacità del meccanico di agire correttamente e il lavoro difettoso.

Questo significa che il primo deve causare il secondo. Se un individuo è ferito da un lavoro di riparazione difettoso, l’individuo deve dimostrare che il lavoro di riparazione difettoso ha causato lesioni che possono essere compensate in termini di denaro. Se si verifica un danno al veicolo o ad altre proprietà, l’individuo deve dimostrare che il danno è stato causato dal lavoro di riparazione difettoso. L’individuo deve dimostrare che il danno può essere compensato in termini misurabili (monetari).

Invece di agire con negligenza, un meccanico può deliberatamente fare una riparazione difettosa. Le riparazioni intenzionalmente difettose sono illeciti intenzionali (un illecito è un torto civile, diverso da una violazione del contratto, per il quale la legge fornisce un rimedio). In un caso di illecito intenzionale che coinvolge un meccanico, l’individuo che fa causa al meccanico deve dimostrare che il meccanico intendeva commettere l’atto, o ha agito con sconsiderata noncuranza delle conseguenze dell’atto.

Un meccanico può commettere un illecito intenzionale omettendo deliberatamente di fare qualcosa che risulta in violazione della legge. Per esempio, un meccanico può deliberatamente non riuscire a registrare accuratamente certe letture che devono essere registrate come parte di un’ispezione. Se un meccanico certifica falsamente che un veicolo ha superato l’ispezione sulla base di questi numeri “falsificati”, il meccanico può essere multato o imprigionato.

Un meccanico non è responsabile se fornisce un consiglio corretto su una riparazione, e l’utente poi non riesce a far eseguire la riparazione. Un esempio di questo è quando un meccanico consiglia che un pneumatico si sta consumando e deve essere sostituito dopo un determinato numero di miglia. Se la persona che riceve il consiglio ignora il consiglio, non riesce a cambiare il pneumatico, e poi il pneumatico usurato causa un danno, il meccanico non è responsabile. I meccanici non sono responsabili per la negligenza degli utenti.

Inoltre, un meccanico che fornisce servizi e non viene pagato può costituire un pegno sul veicolo. Questo pegno (rivendicazione sulla proprietà) può autorizzare il meccanico a tenere il veicolo fino al pagamento. Un pegno non è valido quando il meccanico non ha eseguito i servizi per i quali il denaro è richiesto.

Se credete che un meccanico abbia fatto riparazioni difettose sulla vostra auto, dovreste contattare un avvocato dei consumatori. Un avvocato esperto vicino a voi può esaminare i fatti del vostro caso, consigliarvi sui vostri diritti e le opzioni, e può rappresentarvi in tribunale.