Can Can Dogs Get Coronavirus?

All’inizio di marzo 2020, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che il nuovo coronavirus COVID-19 è una pandemia globale. Nel panico per la diffusione del virus, le persone sono preoccupate non solo per la propria salute, ma per quella dei loro cani, gatti e altri animali domestici. Secondo i Centers for Disease Control, “non ci sono prove che gli animali domestici abbiano un ruolo nella diffusione del virus negli Stati Uniti. Pertanto, non vi è alcuna giustificazione nel prendere misure contro gli animali da compagnia che possono compromettere il loro benessere.”

È importante chiarire i fatti attualmente noti sul coronavirus, e la grande domanda nella mente dei proprietari di cani: i cani possono prendere il coronavirus?

I cani possono contrarre il COVID-19?

I cani possono contrarre coronavirus, più comunemente il coronavirus respiratorio canino. Questo specifico nuovo coronavirus (COVID-19) non è ritenuto una minaccia per la salute dei cani, ma i cani possono risultare positivi al virus.

Un carlino di nome Winston a Chapel Hill, North Carolina, è stato ritenuto il primo caso noto di un cane risultato positivo al COVID-19 negli Stati Uniti. Tuttavia, i test successivi hanno concluso che il cane non ha mai contratto il virus. “Mentre c’era un debole rilevamento dal campione orale originale, non ha soddisfatto la definizione di caso positivo, e tutti gli altri test sono stati negativi”, ha detto Lyndsay Cole, un portavoce dell’Animal and Plant Health Inspection Service dell’USDA. Tre membri della famiglia che vivevano nella casa, due dei quali sono operatori sanitari di prima linea, erano risultati positivi al COVID-19.

Due cani da compagnia a Hong Kong sono risultati positivi al COVID-19, ed entrambi i cani vivevano in case con proprietari COVID-19 positivi. I funzionari sanitari locali caratterizzano i casi dei due cani di Hong Kong come “probabile caso di trasmissione da uomo a animale”, e nessuno dei due cani ha mostrato segni di malattia dal virus.

I funzionari sanitari di Hong Kong hanno continuato a testare cani e gatti di proprietà di persone infettate dal coronavirus. I funzionari hanno dichiarato che i casi di infezione nei cani sembrano essere poco frequenti. A partire dal 25 marzo, il dipartimento di agricoltura, pesca e conservazione di Hong Kong “ha condotto test su 17 cani e otto gatti di famiglie con casi confermati di COVID-19 o persone a stretto contatto con pazienti confermati, e solo due cani sono risultati positivi al virus COVID-19.”

I funzionari di Hong Kong sottolineano che “questi risultati indicano che cani e gatti non si infettano facilmente con questo virus, e non c’è alcuna prova che abbiano un ruolo nella diffusione del virus.”

Possono altri animali contrarre il COVID-19?

Due gatti domestici a New York sono risultati positivi al coronavirus. Un gatto ha mostrato lievi sintomi respiratori e viveva con un proprietario che era precedentemente risultato positivo al COVID-19. Anche l’altro gatto ha mostrato lievi segni respiratori, e secondo il CDC, “nessun individuo nella famiglia è stato confermato essere malato di COVID-19. Il virus può essere stato trasmesso a questo gatto da membri della famiglia leggermente malati o asintomatici o attraverso il contatto con una persona infetta al di fuori della sua casa”. A livello globale, due gatti domestici, uno a Hong Kong e uno in Belgio, sono risultati positivi al COVID-19. Entrambi questi gatti vivevano in case con proprietari COVID-19 positivi.

Una tigre malese femmina di quattro anni chiamata Nadia allo zoo del Bronx di New York è stato il primo caso conosciuto di COVID-19 in un animale negli Stati Uniti. La Wildlife Conservation Society, che gestisce lo zoo del Bronx, ha confermato che otto grandi felini sono stati infettati dal coronavirus noto come SARS-CoV-2. “Tutti gli otto gatti continuano a stare bene. Si comportano normalmente, mangiano bene e la loro tosse è molto ridotta”, secondo la WCS. Nadia è stata testata sotto anestesia per ottenere campioni di naso, gola e vie respiratorie. Gli altri gatti sono stati testati attraverso campioni fecali.

Tutti questi grandi gatti si crede siano stati infettati da una persona dello staff dello zoo che non mostrava sintomi di COVID-19, o prima che questa persona sviluppasse i sintomi. La dottoressa Jane Rooney, veterinaria e funzionario dell’USDA, dice all’Associated Press: “Non sembra esserci, in questo momento, alcuna prova che suggerisca che gli animali possano diffondere il virus alle persone o che possano essere una fonte di infezione negli Stati Uniti.”

L’American Veterinary Medical Association riporta anche i risultati preliminari di “infezione sperimentale” di gatti domestici, furetti, criceti e cani in Cina, ma avverte che questi risultati non rappresentano circostanze reali e non dovrebbero essere eccessivamente interpretati.

I cani possono diffondere il COVID-19?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma: “Non ci sono prove che un cane, un gatto o qualsiasi animale domestico possa trasmettere il COVID-19. Il COVID-19 si diffonde principalmente attraverso le goccioline prodotte quando una persona infetta tossisce, starnutisce o parla. Per proteggerti, pulisciti le mani frequentemente e accuratamente”. Coprire il viso con una copertura di stoffa può anche aiutare a ridurre la possibilità di diffondere le goccioline.

Il CDC dice che “mentre questo virus sembra essere emerso da una fonte animale, ora si sta diffondendo da persona a persona”. A causa di questo tipo di diffusione, “non c’è motivo di pensare che qualsiasi animale o animale domestico negli Stati Uniti potrebbe essere una fonte di infezione con questo nuovo coronavirus.”

Nelle famiglie dove una persona è risultata positiva al virus, il CDC raccomanda di evitare il contatto con animali domestici e altri animali.

Come possono i proprietari di cani proteggere i cani da COVID-19?

I proprietari di animali domestici sani negli Stati Uniti dovrebbero seguire le precauzioni igieniche di base come lavarsi le mani con acqua e sapone prima e dopo il contatto con qualsiasi animale, compresi cani e gatti. Se risultate positivi al COVID-19 o credete di essere stati esposti al virus, il CDC ha fornito linee guida per la cura degli animali domestici:

  • Quando possibile, chiedi ad un altro membro della tua famiglia di prendersi cura dei tuoi animali mentre sei malato
  • Evitare il contatto con il tuo animale, incluso l’accarezzare, coccolare, essere baciato o leccato, e condividere cibo o lettiera
  • Se devi prenderti cura del tuo animale o stare vicino agli animali mentre sei malato, indossa una mascherina di stoffa e lavati le mani prima e dopo aver interagito con loro

Per aiutare a ridurre la diffusione di tutti i germi, puoi anche considerare di pulire il pelo e le zampe del tuo animale domestico quando entra ed esce di casa con delle salviette per la pulizia. I cani non hanno bisogno di una maschera facciale per proteggersi dal COVID-19.

E la protezione più importante di tutte per il vostro cane è questa: In nessun caso i proprietari dovrebbero abbandonare i loro cani, gatti o altri animali domestici a causa della paura del COVID-19.

È sicuro accarezzare il mio cane?

Secondo l’AVMA, accarezzare il pelo di un cane è un rischio basso. Il capo veterinario dell’AVMA, Gail Golab, dice: “Non siamo eccessivamente preoccupati che la gente contragga il COVID-19 attraverso il contatto con cani e gatti”. E c’è la scienza dietro questo: “Il virus sopravvive meglio sulle superfici lisce, come i piani di lavoro e le maniglie delle porte”, dice Golab. “I materiali porosi, come la pelliccia degli animali domestici, tendono ad assorbire e intrappolare gli agenti patogeni, rendendo più difficile contrarli attraverso il contatto.”

Il dottor Jerry Klein, capo veterinario dell’AKC, invita a seguire le migliori pratiche di buon senso quando si tratta dei nostri animali domestici: “Se avete dei bambini, non dovreste fargli toccare un cucciolo e mettergli le dita in bocca, perché possono avere una contaminazione fecale”, dice. “La pratica generale di lavarsi le mani dopo aver toccato un cucciolo o un cane è normale igiene.”

Inoltre, il CDC ha fornito linee guida sulle interazioni con gli animali domestici (i propri e quelli appartenenti ad altre persone) durante la pandemia:

  • Non lasciare che gli animali domestici interagiscano con persone o altri animali al di fuori della casa
  • Tenere i gatti in casa quando possibile per evitare che interagiscano con altri animali o persone

Posso portare a spasso il mio cane?

Le linee guida del CDC includono anche raccomandazioni per portare a spasso il cane:

  • Porta a spasso i cani al guinzaglio, mantenendo almeno due metri e mezzo di distanza da altre persone e animali
  • Evitare i parchi per cani o i luoghi pubblici dove si riunisce un gran numero di persone e cani

L’esercizio fisico e mentale è estremamente importante sia per i cani che per i proprietari. Prima di fare una passeggiata, controlla i regolamenti locali e rispetta eventuali ordini di restare a casa. Se la vostra zona lo permette, i proprietari di cani che si sentono bene e in salute dovrebbero pianificare di continuare a portare a spasso i loro cani ogni giorno, anche se in conformità con le linee guida del CDC per mantenere la distanza sociale e indossare una copertura di stoffa su naso e bocca. Osservate tutte le ordinanze locali riguardanti il coprifuoco, anche se questo significa modificare il vostro programma di passeggiate con il cane.

Praticate misure di distanza sociale portando a spasso il cane in aree non affollate, e mantenendo un minimo di sei piedi tra altre persone e altri animali. Fortunatamente, il guinzaglio medio è lungo sei piedi, quindi hai una misura incorporata per aiutarti a stare a distanza di sicurezza dagli altri. Non permettere a nessuno di accarezzare o toccare il tuo cane mentre sei fuori a passeggiare.

Se vivi in una grande città o in una zona densamente popolata, scegli di portare il tuo cane in isolati meno trafficati, o prova a regolare le passeggiate in orari meno trafficati del giorno e della notte. Anche se i parchi per cani nella tua zona rimangono aperti al pubblico, le linee guida riviste del CDC raccomandano di evitarli.

I proprietari dovrebbero sempre lavarsi accuratamente le mani per almeno 20 secondi prima e dopo ogni passeggiata. Considerate di portare con voi una bottiglia tascabile di disinfettante per le mani durante le vostre passeggiate.

Il mio cane deve essere testato per il coronavirus?

Non è necessario far testare il vostro cane per il COVID-19. Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, “in questo momento, il test di routine degli animali non è raccomandato. Se altri animali dovessero essere confermati positivi alla SARS-CoV-2 negli Stati Uniti, l’USDA pubblicherà i risultati”. Qualsiasi test fatto sugli animali non riduce la disponibilità di test per le persone.

Se siete ancora preoccupati o notate un cambiamento nella salute del vostro cane o gatto, parlate con il vostro veterinario in modo che lui o lei possa consigliarvi.