Boundless Biology

Il sistema nervoso

Il sistema nervoso è composto dal sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale) e dal sistema nervoso periferico (nervi).

Obiettivi di apprendimento

Riassumere il sistema nervoso

Punti chiave

Punti chiave

  • Il sistema nervoso centrale consiste nel cervello, che controlla le funzioni complesse del corpo, e il midollo spinale, che trasmette i segnali dal cervello al resto del corpo.
  • Il cervello e il midollo spinale sono coperti da tre strati di meningi, o rivestimenti protettivi: la dura madre, la madre aracnoidea e la pia madre.
  • Il liquido cerebrospinale circonda il cervello, ammortizzandolo e fornendo assorbimento degli urti per evitare danni.
  • Il sistema nervoso periferico è costituito da nervi che hanno origine nel cervello e nel midollo spinale; serve a trasmettere informazioni dal sistema nervoso centrale a tutte le parti del corpo.
  • Il sistema autonomo controlla le funzioni corporee involontarie, come la frequenza cardiaca, la respirazione, la digestione e la dilatazione dei vasi sanguigni.

Termini chiave

  • sistema nervoso centrale: nei vertebrati, quella parte del sistema nervoso che comprende il cervello e il midollo spinale
  • liquido cerebrospinale: un fluido corporeo chiaro che occupa lo spazio subaracnoideo del cervello (tra il cranio e la corteccia cerebrale), e che funge da cuscinetto o tampone per la corteccia
  • meningi: le tre membrane che avvolgono il cervello e il midollo spinale
  • sistema nervoso autonomo: la parte del sistema nervoso che regola l’attività involontaria del cuore, dell’intestino e delle ghiandole
  • sistema nervoso periferico: la parte del sistema nervoso che non è il sistema nervoso centrale

Introduzione al sistema nervoso

Il sistema nervoso dei vertebrati superiori (il gruppo che comprende l’uomo) è una rete di comunicazione e di elaborazione ampiamente distribuita che svolge funzioni di controllo su altri sistemi di organi. Possiede una funzione chiave nell’orientamento dell’individuo; controlla il suo comportamento, la funzione motoria e l’elaborazione sensoriale; e contiene meccanismi per immagazzinare informazioni. Una classificazione del sistema nervoso può essere eseguita sotto diversi aspetti. La compartimentazione anatomica dei suoi componenti definisce l’approccio classico. Due divisioni principali del sistema nervoso sono il sistema nervoso centrale (SNC) e il sistema nervoso periferico (PNS).

Sistema nervoso centrale

Il sistema nervoso centrale (SNC) dei vertebrati contiene il cervello e il midollo spinale. Il cervello contiene regioni strutturalmente e funzionalmente definite. Nei mammiferi, queste comprendono la corteccia (che può essere suddivisa in quattro lobi funzionali primari: frontale, temporale, occipitale e parietale), i gangli della base, il talamo, l’ipotalamo, il sistema limbico, il cervelletto e il tronco cerebrale, anche se le strutture in alcune di queste denominazioni si sovrappongono. Mentre le funzioni possono essere principalmente localizzate in una struttura del cervello, la maggior parte delle funzioni complesse, come il linguaggio e il sonno, coinvolgono neuroni in più regioni del cervello. Il midollo spinale è la superstrada dell’informazione, che collega il cervello con il resto del corpo attraverso i nervi periferici. Trasmette input sensoriali e motori e controlla anche i riflessi motori.

Sistema nervoso centrale: Il sistema nervoso centrale (2) è una combinazione del cervello (1) e del midollo spinale (3).

Il sistema nervoso centrale è coperto da tre strati di rivestimento protettivo chiamato meningi (dalla parola greca per membrana). Lo strato più esterno è la dura madre (latino per “madre dura”). Come suggerisce il nome latino, la funzione primaria di questo strato spesso è di proteggere il cervello e il midollo spinale. La dura madre contiene anche strutture simili a vene che portano il sangue dal cervello al cuore. Lo strato intermedio è la madre aracnoidea, simile a una ragnatela. L’ultimo strato è la pia mater (latino per “madre morbida”), che è a diretto contatto e copre il cervello e il midollo spinale come un involucro di plastica. Lo spazio tra l’aracnoide e la pia mater è pieno di liquido cerebrospinale (CSF). Il CSF è prodotto da un tessuto chiamato plesso coroideo in compartimenti pieni di fluido nel SNC chiamati ventricoli. Il cervello galleggia nel CSF, che agisce come un cuscino e un ammortizzatore, rendendo il cervello neutralmente galleggiante. Il CSF funziona anche per far circolare sostanze chimiche in tutto il cervello e nel midollo spinale.

Meningi del cervello: Lo strato più esterno delle meningi è la dura madre, che protegge il cervello e il midollo spinale. Lo strato più interno è la pia madre, che copre direttamente il cervello e il midollo spinale. La madre aracnoidea si trova tra i due.

Sistema nervoso periferico

Il sistema nervoso periferico consiste di nervi che sono collegati al cervello (nervi cranici) e nervi che sono collegati al midollo spinale (nervi spinali). La funzione principale del PNS è quella di collegare il sistema nervoso centrale (SNC) agli arti e agli organi, servendo essenzialmente come relè di comunicazione tra il cervello e le estremità. A differenza del SNC, il PNS non è protetto dall’osso della colonna vertebrale e dal cranio. Né ha una barriera tra sé e il sangue, lasciandolo esposto a tossine e lesioni meccaniche.

Il sistema nervoso autonomo, anch’esso parte del sistema nervoso periferico, controlla le funzioni interne del corpo che non sono sotto controllo cosciente. Per esempio, quando un animale preda è inseguito da un predatore, il sistema nervoso autonomo aumenta automaticamente la frequenza della respirazione e il battito cardiaco. Dilata i vasi sanguigni che portano il sangue ai muscoli, rilascia glucosio dal fegato e fa altre regolazioni per provvedere all’improvviso aumento di attività. Quando l’animale è scappato ed è di nuovo al sicuro, il sistema nervoso rallenta tutti questi processi e riprende tutte le normali attività del corpo, come la digestione del cibo.